venerdì 26 settembre 2008

autunno


Mi ricordo ancora la poesia imparata a memoria in seconda elementare dove si racconta la storia di una foglia che all'arrivo dell'autunno si stacca dall'albero, 'povera foglia frale, ove vai tu? dal faggio la dove io naqui mi divise il vento...' e da quando ero piccola l'autunno mi è rimasto sempre caro. Amo gli alberi d'autunno, anche la pineta del litorale ha la sua magia di colori caldi e all'ombra del verde manto dei pini marittimi si trovano cespugli di asparagi selvatici con delle belle bacche rosse, si trovano ghiande e bellisime foglie colorate.
Mi piacciono anche le atmosfere un pò caliginose quando l'umidità avvolge tutto e anche i rumori sono ovattati, si percepisce il mare senza vederlo, si raccolgono secchielli di conchiglie abbandonate dalla risacca e poi si corre in casa a riscaldarsi con un buon caffè. Nell'attesa di questi momenti ormai vicini ieri ho preparato questo cestino che porta in casa l'atmosfera autunnale e, a tempo debito, verrà sostituito dalla corona dell'avvento. Il tempo vola, come le foglie d' autunno.

La Foglia _di G.Leopardi

Lungi dal proprio ramo, povera foglia frale, dove vai tu?

Dal faggio là dov'io nacqui, mi divise il vento.

Esso, tornando a volo dal bosco alla campagna, dalla valle mi porta alla montagna.

Seco perpetuamente vo pellegrina, e tutto l'altro ignoro.

Vo dove ogni altra cosa,

dove naturalmente va la foglia di rosa, e la foglia d'alloro.

Posted by Picasa

10 commenti:

Patty ha detto...

Cara Marina bellissimo il cesto rende proprio l'idea dell'autunno, io mi ridordo la poesia di San Martino imparata alle elementari che mi ricorda l'autunno, bei tempi. Ciao Bacioni.

a.o. ha detto...

Buongiorno Marina, è bello entrare nel tuo blog e trovare questo cesto d'autunno ad accoglierti.
Buona giornata.
a.o.

marypoppins ha detto...

Bello!! e pure è belli il ricordo della poesia !!
un caro saluto
Mary

Anonimo ha detto...

Grazie per il passaggio ... vedo che abbiamo non poche cose in comune: l'autunno, il verde( sono un ing.agrario)le camminate in montagna(sono una bolzanina)il mare(dove vivo adesso, a pochi km dalla frontiera ligure)un marito meraviglioso e due figli adolescenti in piena esplosione ormonale ma carinissimi...
A presto
Cris

*Maristella* ha detto...

Bonjour Marina...che bella l'autunno, con i suoi frtutti, i suoi colori e perchè no anche le sue giornate uggiose...che danno così tenerezza...grazie per le belle poesie della mia infanzia!!1 Un gros bisous, a très bientot, *Maristella*.

Effeti ha detto...

Carissima Marina,
ci sono... problemi di computer mi hanno tenuto lontana più del previsto,e tutt'ora non riesco a far funzionare la posta elettronica.
Ma per lo meno ho ripreso in mano ago e filo...
Vedo che tu sei stata molto produttiva e come sempre con grande classe!
A presto!

Fulvia

Francesca ha detto...

Marina grazie!!!! mi hai regalato un porta posta deliziosissimo!! mi piace molto, le conchiglie le adoro, grazie,grazie!!!!

Tanja ha detto...

Cara Marina,

grazie per il tuo commento sul mio blog!

Bellissimo il cesto con i frutti del melograno e leggo con piacere che conosci l'abitudine "nordica" con la corona (e 4 candele) dell'avvento!
Ti visiterò ancora !
tanja

Sachertorte ha detto...

Grazie del tuo passaggio sul Pot Pourri che mi ha dato la possibilità di conoscere il tuo blog! (lo linko subito!!!). Complimenti per i tuoi lavori e per le belle foto che posti!!!
E' vero ci accomunano tante cose e trovo che questo sia il lato bello di questo mondo virtuale e per la conoscenza dal vero...mai dire mai...io fino a 5 o 6 mesi fa non avrei mai creduto di veder nascere belle amicizie come quelle che sono nate tramite il blog...e invece ho addirittura potuto concretizzare questa conoscenza virtuale con un meraviglioso incontro...e mi auguro che non resti un episodio isolato! Un abbraccio, Nadia

brii ha detto...

ciao marina...bello il tuo blog!
quel cesto ha un colore incredibile!
mi piace molto l'abbinamento con le mele grane e l'oleandro.
davvero molto bello.
grazie di essere passata da me.
bacioniii