lunedì 6 giugno 2011

felici consociazioni

Il mio nonno materno era il fattore di una grande azienda agricola, poi negli anni della pensione faceva il giardiniere "ambulante" prendendosi cura di alcuni orticelli e giardini del vicinato. Più che i fiori amava gli ortaggi e gli alberi da frutto, diceva sempre che il giardino era la parte nobile del coltivato mentre l'orto era la parte contadina e, sogghignando, aggiungeva che comunque anche i signori della villa, di certo, non avrebbero potuto banchettare con i fiori e gli alberi del davanti della grande casa. Ciò non toglie che fosse bravo in enrambe le coltivazioni ed io a differenza di lui trovo entrambe le cose belle e irresistibili.
All'inizio del giorno guardando il nostro pezzetto di terra, che non è del tutto giardino ma nemmeno del tutto orto, ho colto angoli dove felicemete convivono fiori e ortaggi, queste consociazioni mi hanno ricordato il nonno e ho pensato che forse avrebbe approvato,
ed ora vi presento le coppie:

sedani e pansè
 
rose e rabarbaro

basilico e speronella

prezzemolo in fiore e delphinium


acetosella e carote

tagete e pomodori.

Le coppie ora ci sono e il gran ballo di ortogiardino può iniziare.

12 commenti:

Claudia ha detto...

Che bella questa descrizione!
Buona settimana a te,
Claudia

melania ha detto...

credo che una persona come tuo nonno...avrebbe sicuramente approvato
buona giornata melania :))

Anna ha detto...

Molto bello il tuo orto-giardino...tuo nonno sarà orgoglioso di te sicuramente!!!Buona giornata,Anna

Simo ha detto...

Che bel giardino!!!!!!!!!!

ஐLe Chicche di Dannyஐ ha detto...

Meraviglioso il tuo giardino!!!
Tuo nonno sarà fiero di te!!!
Baciotti
Denny*

La Comtesse ha detto...

Che bello questo post!
...mi fa pensare ai racconti di Beatrix Potter: manca solo Peter coniglio che esca dai ciuffi di carota!
Buona settimana.
Loredana

Cris ha detto...

le consociazioni sono un argomento affascinante, hai qualche libro da consigliarci per quanto riguarda gli ortaggi che stanno meglio assieme e per quanto riguarda questa poetica idea dei fiori e le verdure? Cioè, ci sono anche combinzaioni favorevoli tra fiori e ortaggi? Grazie per il racconto su tuo nonno, sono spiragli nel privato, grazie. ciao

pat ha detto...

che bella la nuova foto di apertura blog..e mille grazie per l'ottimo suggerimento, una busta porta occhiali effettivamente mi servirebbe eccome...
ciao Pat

serena ha detto...

Mi piacciono queste associazioni-coppie. Sarà che preferisco i giardini-orti classici e non molto le cose troppo moderne.
P.S Bella anche la borsa mare.
Ciaooo
serena
http://ricamandoiltreno.splinder.com/

*Maristella* ha detto...

Ma allora ce l'hai nel sangue...e bravissimo il tuo nonno, hai ereditato una grande passione!
Un caro saluto, *Maristella*.

Rosetta ha detto...

Sei straordinaria come lo sono le tue coltivazioni accoppiate.
Bellissimo il nome del tuo blog che per chi lo conosce è tutta una poesia.
I nonni hanno trascorso una vita a coltivare di tutto e un tempo il verderame era utilizzato con parsimonia ma era anche molto efficace.
Chi lo conosceva non ne aveva timore.
Grazie per la tua visita che sto ricambiando.
Ho dato un'occhiasta al tuo blog ma ci ritornerò per vederlo meglio.
Buon fine settimana
Mandi

Argante ha detto...

Una descrizione bellissima... i pomodori con i tageti mi ricordano la mia nonna, che bell'infanzia.... e come cucinava bene la nonna, la sua passsata di pomodori era ed è rimasta inimitabile...

Argante