venerdì 27 giugno 2014

giardino anarchico


Dove il rosmarino cede il posto all'elicriso italico l'orto lascia il passo al giardino,  a me piace molto il contrasto tra il verde intenso del rosmarino e l'argento lunare dell'elicriso, e che dire dei profumi? Aromi intensi che si fondono e si separano regalando all'olfatto profumi mediterranei intensi e, quando la brezza smuove la vegetazione o l'acqua la bagna non serve essere esattamente vicino alle piante per coglierne il sentore ed il profumo di liquirizia prevale.


Con questo colore intenso che nemmeno il sole ha la capacità di sbiadire, l'iresine mi ha stupito non poco, ero abituata a vederla come piantina da composizione per le ciotole, ma posta in piena terra e al sole dà il meglio di sé. 


Di sfumature azzurre e di carattere pungente l'Eryngium, pianta che ben sopporta l'aria marittima carica di sale, porta una nota fresca nel giardino ed un colore un po' raro nel regno di Flora. Punga pure, è giusto difendersi, io me la osservo beata ogni giorno, felice di ospitarla assieme alla bianca Echinacea che nella confezione d'acquisto era rosa.


Un pochino più in là l'ipomea dalle foglie scure sta avvolgendo in un abbraccio quasi letale una povera surfinia, nata spontaneamente o forse regalo del vento. Lascio alle due piante la lotta per lo spazio sperando che trovino l'onorevole equilibrio che permetta ad entrambe di stendere i tralci al sole.


Color di tramonto per l'Ibisco che sfuma dal giallo all'arancione, nascondendo nelle nervature accenti di rosa e di fuxia. Un pochino sfacciato questo fiore, ma come ignorarlo anche se preferisco fioriture dalle forme e dai colori meno appariscenti?
Spesso ho accarezzato l'idea di un giardino monocromatico, primo fra tutti il "White garden"  di Vita Sackville West, ma con l'orto il mio giardino ha un confine molto frastagliato, spesso non si capisce dove uno finisce e dove l'altro inizia e nell'orto si sa che i colori sono vari, ho accolto così un poco di anarchia e devo dire che non mi dispiace.

10 commenti:

ziapolly ha detto...

Ma quanto bello è questo post....che meraviglia di colori, luce. Piante e fiori che regalano emozioni delicate e belle per gli occhi e il cuore. Grazie per questo bellissimo tuffo nel verde. Paola

le galline crocettano ha detto...

Che meraviglia, che colori... e brava a ricordare tutti nomi. Buon wk
Woody

Claudette ha detto...

E allora evviva l'anarchia !
Claudette

Ricamo a Doppio Filo ha detto...

Adoro il tuo blog, ma i post che mostrano il tuo giardino mi fanno sempre sognare!
Deve essere anarchicamente meraviglioso!
Naty

Cristina ha detto...

Ben venga l'anarchia, se i risultati sono questi... Fortunata tu ad avere un orto/giardino così ben tenuto, e fortunate le tue piantine ad avere una "mamma" come te, che le ama profondamente... Buon week end!

Simo ha detto...

che meraviglia deve essere il tuo giardino...sarà pure anarchico, ma a me piace un sacco!

mirtilla ha detto...

Ciao Marina , prima di tutto ti ringrazio per il commento lasciato sul mio blog. E adesso mi sto ammirando il tuo !!! Hai dei fiori magnifici nel tuo giardino "anarchico "...e anche i ricami che ho visto sono bellissimi !!! Complimenti di cuore !!! A presto e buon fine settimana

La Comtesse ha detto...

Ma dai!...il tuo giardino è bello così, con tutta la gamma dell'arcobaleno! Il monocromatico alla lunga stuferebbe!..ih,ih,ih...
Abbracci!
Loredana

M.Grazia ha detto...

Belli come sempre i tuoi scatti quest'anarchia è adorabile, ciao M.Grazia

Country Laura ha detto...

Che meraviglia il tuo giardino!!!
Ciao
Laura